Icon

Esami

Linee guida esame A2

Quelle che seguono sono le linee guida per il nuovo esame I.I.E. A2 (livello Elementare) secondo il Quadro Comune Europeo di Riferimento per la conoscenza delle lingue (QCER).

Comprensione dell'ascolto e di lettura

N.B.: consegna delle due prove all'esaminatore al termine del tempo indicato.

Ascolto

L'esaminando comprende frasi e il vocabolario più comune su argomenti di interesse personale (informazioni di base sulla persona e sulla famiglia, acquisti, luogo di residenza, lavoro). Riesce a trarre l'idea principale da messaggi e avvisi brevi, chiari e semplici.

Attività: dettatura di un testo di 10 frasi tratto da riviste/articoli/raccolte come ad es.: Juna Amiko, Kontakto, Uea.facila, Bonvenon en nia mondo

Durata: 10 minuti

Lettura

L'esaminando riesce a leggere testi molto brevi e semplici. Riesce a trovare informazioni specifiche e prevedibili in una scrittura semplice e quotidiana come pubblicità, opuscoli, menu e orari, e può capire lettere personali brevi e semplici.

Attività: 5 risposte aperte e 3 risposte chiuse (Vero/Falso) a domande relative al testo dettato.

Durata: 20 minuti

Produzione scritta

N.B.: è consentito l'uso del dizionario monolingue e/o bilingue.

Espressione scritta

L'esaminando riesce a scrivere note/messaggi brevi e semplici riguardanti i bisogni immediati. Riesce a scrivere lettere personali molto semplici, ad esempio ringraziando qualcuno per qualcosa.

Attività: redazione scritta di un dialogo guidato (10/15 battute) e di una e-mail di almeno 50 parole (attenzione: data e saluti non rientrano nel conteggio delle parole).

Durata: 60 minuti

Produzione orale

Interazione orale

L'esaminando riesce a comunicare in attività semplici e comuni che richiedono uno scambio semplice e diretto di informazioni sulle attività e gli affari quotidiani. È capace di scambi sociali brevi, anche se di solito non riesce a capire abbastanza per mantenere viva la conversazione.

Attività: dialogo con l'esaminatore in esperanto

Durata: 10 minuti

Espressione orale

L'esaminando usa una serie di espressioni e frasi per descrivere in termini semplici la famiglia e le altre persone, le condizioni di vita, la formazione e l'attuale o ultimo lavoro. Riesce a descrivere un'immagine, una situazione.

Attività: descrizione di una immagine/situazione in esperanto.

Durata: 10 minuti

Analisi delle prove scritte

L'esaminando deve individuare e correggere gli errori (eventualmente anche in lingua italiana).


Indicazioni per l'esaminatore

Esaminandi

L'esame, non implicando attività di traduzione, può essere sostenuto anche da non parlanti l'italiano.

Durata esame

2 ore circa (l'insieme delle prove).

Valutazione prove

Ogni prova vale 30 punti e il voto corrisponderà alla media delle quattro prove scritte (dettato, comprensione del testo, dialogo, e-mail). Il voto minimo per passare l'esame è 18/30.

Griglia valutazione prova scritta

Voto Contenuto e svolgimento del compito Coerenza e coesione Lessico Grammatica, ortografia, punteggiatura
26-30 Gli obiettivi del compito sono stati pienamente raggiunti. Non ci sono omissioni o ci sono particolari irrilevanti. Buona progressione delle idee; il testo è scorrevole. Varietà di strumenti di coesione (connettivi/correlativi). Buona introduzione e conclusione (es.: e-mail) Repertorio pienamente soddisfacente in rapporto alla consegna. Gli errori lessicali possono essere frequenti, ma il messaggio è generalmente chiaro. Il testo presenta una buona varietà di strutture previste per il livello. Nonostante gli errori, il messaggio è chiaro.
22-25 Affronta tutti i punti in modo adeguato, anche se alcuni possono essere meno sviluppati di altri. Ci possono essere particolari irrilevanti o qualche passaggio debole. Organizzazione semplice, abbastanza adeguata. Si collegano frasi con connettivi elementari/correlativi (kaj, sed, ĉar, kiam) usati in modo generalmente appropriato. Repertorio adeguato alla consegna. Gli errori lessicali possono rendere alcuni passaggi poco chiari. Il testo presenta una discreta varietà di strutture previste per il livello. Gli errori sono frequenti; in alcune parti il messaggio può essere poco chiaro.
18-21 Affronta a grandi linee tutti i punti oppure ne sviluppa solo alcuni in maniera adeguata. Il messaggio generale è trasmesso al lettore, anche se ci possono essere passaggi imprecisi o oscuri. Frasi giustapposte, in prevalenza. Può apparire qualche connettivo semplice (kaj, sed, ĉar). Ci può essere qualche relazione logica poco chiara (una frase fuori posto o un connettivo/correlativo usato in maniera impropria). Repertorio appena sufficiente in rapporto alla consegna. Numerosi errori lessicali possono rendere faticosa la lettura di alcuni passaggi. Il testo presenta un numero limitato di strutture previste per il livello. Gli errori sono molto frequenti; in alcuni passaggi la lettura è faticosa.
Insuff. Il testo risponde solo in minima parte alla consegna. La lettura richiede uno sforzo da parte del lettore (che non riesce a farsi un'idea senza leggere la consegna). Solo frasi giustapposte, senza connessione, con cambi di tema. Il lettore fa fatica a seguire il filo logico. Repertorio insufficiente in rapporto alla consegna. A causa degli errori lessicali il testo è molto difficile da leggere e in parte incomprensibile. Ha un repertorio limitatissimo di strutture, nelle quali dimostra una scarsissima padronanza. A causa dei continui errori il testo è molto difficile da leggere e in parte incomprensibile.
Grav. insuff. Il testo non risponde alla consegna (tema, tipologia, registro, ecc.). Il compito è stato appena abbozzato. Parole isolate; frasi incomplete o sconnesse. Il testo è molto confuso. Repertorio limitatissimo. Gli errori lessicali rendono impossibile comprendere il testo. Gli errori sono continui e rendono quasi impossibile comprendere il testo.

Griglia valutazione prova orale

Voto Efficacia comunicativa Interazione Lessico Grammatica Pronuncia
26-30 Realizza i compiti assegnati in modo pienamente soddisfacente. Produce sequenze di una certa lunghezza, utilizzando semplici meccanismi di coesione. Nonostante esitazioni e false partenze il discorso può essere seguito con uno sforzo contenuto. Risponde agli stimoli dell'interlocutore in maniera adeguata. È in grado di chiedere ripetizioni e chiarimenti in modo semplice. Cerca di usare qualche formula di cortesia. Repertorio pienamente soddisfacente in rapporto alla consegna. Gli errori lessicali possono essere frequenti, ma il messaggio è generalmente chiaro. Le strategie di compensazione, se presenti, sono efficaci. Padroneggia le strutture previste per il livello. Nonostante la presenza di errori il messaggio è ben comprensibile. L'interlocutore fa poca fatica a interpretare i passaggi in cui la pronuncia è scorretta.
22-25 Realizza i compiti assegnati in modo adeguato anche se in alcuni punti possono essere sviluppati meno di altri. Formula enunciati brevi e semplici, con qualche forma di coesione. Esitazioni e false partenze sono frequenti e a tratti rendono il discorso faticoso di seguire. Risponde agli stimoli dell'interlocutore in maniera quasi sempre adeguata. È in grado di chiedere ripetizioni e chiarimenti in modo molto semplice. Applica in modo adeguato le principali formule di apertura e chiusura della conversazione. Repertorio adeguato alla consegna. Gli errori lessicali possono rendere alcuni passaggi poco chiari. Le strategie di compensazione, se presenti, non sono sempre efficaci. Padroneggia abbastanza bene le strutture previste per il livello. Errori frequenti possono rendere la comprensione del messaggio occasionalmente difficoltosa. In alcuni passaggi l'interlocutore fa fatica a interpretare il messaggio a causa della pronuncia scorretta.
18-21 Realizza i compiti assegnati in parte o in modo approssimativo. Si esprime con una serie di enunciati giustapposti; il legame logico tra gli enunciati è comunque chiaro. Esitazioni e false partenze sono frequenti e rendono il discorso faticoso da seguire. L'interazione procede grazie agli sforzi dell'interlocutore. È in grado di segnalare che ha bisogno di ripetizioni e chiarimenti in modo molto semplice anche non verbale. Applica con qualche incertezza le principali formule di apertura e chiusura della conversazione. Repertorio appena sufficiente in rapporto alla consegna. Numerosi errori lessicali possono rendere faticosa la comprensione di alcuni passaggi. Le strategie di compensazione, se presenti, sono spesso inefficaci. Padroneggia sufficientemente le strutture previste per il livello. La comprensione del messaggio può essere compromessa in più punti. L'interlocutore fa costantemente fatica a interpretare il messaggio a causa della pronuncia scorretta.
Insuff. Tenta di realizzare i compiti assegnati ma non ci riesce o ci riesce solo in parte. Si esprime con una serie di enunciati giustapposti e incoerenti tra loro. Frequenti interruzioni e blocchi ostacolano fortemente la comprensione. Nonostante gli sforzi dell'interlocutore l'interazione si blocca spesso. Ha difficoltà a segnalare di aver bisogno di ripetizioni e chiarimenti. Repertorio insufficiente in rapporto alla consegna. A causa degli errori lessicali il messaggio è in gran parte incomprensibile. Gamma ristrettissima di strutture. Errori frequenti impediscono la comprensione di parti importanti del discorso. Malgrado gli sforzi dell'interlocutore la pronuncia scorretta rende incomprensibili parti importanti del discorso.
Grav. insuff. I compiti assegnati non sono portati a compimento. Si esprime con parole isolate. I tentativi dell'interlocutore di stabilire un'interazione cadono nel vuoto. Non sa dire che non ha capito. Repertorio limitatissimo. Gli errori lessicali rendono impossibile comprendere il messaggio. Il candidato dà l'impressione di non possedere alcuna struttura grammaticale. Continui fraintendimenti da parte dell'interlocutore. Malgrado gli sforzi dell'interlocutore la pronuncia scorretta rende il discorso del tutto incomprensibile.